Malazè

#tipicamenteflegreo


Il Crowdfunding -Sostienci


Sento il bisogno di scrivere  per spiegare la svolta che vogliamo dare al progetto "malazè #tipicamenteflegreo".

Mai come quest'anno la voglia di mollare tutto, più che sfiorarmi, è stata tanta, dopo 10 anni di un progetto non sempre capito e apprezzato nella nostra terra, ma che tante soddisfazioni ci ha dato soprattutto fra gli addetti ai lavori e nell'ambiente universitario, considerato come una delle migliori buone pratiche in Campania e non solo.

Si riparte con tanto rinnovato entusiasmo e le  parole, sistema, comunità, stare insieme non dovranno più essere mere e semplici parole vuote, ma dovranno essere accompagnate da gesti quotidiani di condivisone di un progetto, che non trovi più la fine con l’ultimo giorno di malazè ma trovi continuità e condivisione tutto l’anno.


Spero un giorno, presto, adesso, che il ristoratore, l’associazione, il vignaiolo, il produttore, il contadino possano poter contare sulla condivisione e collaborazione degli attori che ne condivideranno il progetto.


Sarà bello pensare e vedere Il ristoratore che organizza il suo evento e i suoi colleghi collaborare con lui per la buona riuscita di esso, così come l’associazione trovare la collaborazione della rete per la buona riuscita di un'iniziativa.

Se nascerà una vera rete, organizzata, nulla potrà arrestare una grande trasformazione positiva della nostra Terra. E' stata dissodata, arata, seminata, molte volte in questi anni.
Se penso e scrivo questo è perché ritengo che ripartire da zero stia a significare proprio che adesso è possibile e che 10 anni non sono passati invano e che quel gradino da salire oggi è molto più piccolo di allora.

Negli incontri organizzativi che stiamo avendo,  con gli imprenditori del settore enogastronomico, con il gruppo di lavoro delle associazioni, finalmente la parola sistema, che tanto vanamente abbiamo pronunciato in questi anni, ma che ostinatamente abbiamo perseguito, incomincia a prendere forma e soprattutto sostanza.

Incominciare a vedere, finalmente,  alcuni ristoratori del gruppo Malazè acquistare i prodotti agricoli da aziende agricole del territorio, cosa che può sembrare banale e scontato in altri luoghi, creando quel circolo virtuoso che può generare e sviluppare un'economia territoriale, al quale ambiamo da sempre, è certamente un segnale oggettivo e non più teorico per creare quel valore aggiunto, #tipicamenteflegreo che il consumatore e il turista, sempre più consapevole richiede per la sua spesa e viaggi.


Insieme vogliamo creare una rete d'imprese e associazioni, APERTA A TUTTI quelli che ne vorranno condividere non solo lo spirito, ma soprattutto la visione di un futuro possibile, sostenibile ed integrato dei Campi Flegrei.
Questo progetto vuole mettere al centro di esso: le persone e le storie di questa comunità riempendo quel vuoto culturale che da troppo tempo le sta bloccando il suo sviluppo.

Contiamo nel giro di pochi anni di creare, con l’aiuto di tutti, un marchio d’area territoriale :“malazè –tipicamenteflegreo“, che inglobi anche il lavoro prezioso fatto dal Parco regionale dei Campi Flegrei, con il marchio di tracciabilità culturale che  di fatto è patrimonio della nostra comunità. 


Infine, ma non per ultimo, il contributo di partecipazione che vi  viene richiesto quest’anno non nasce solo dalla difficoltà di reperire risorse economiche, quello un problema di sempre, che per 10 anni ci siamo sobbarcati, senza chiedervi mai 1 euro,   ma vuole anche essere una testimonianza tangibile, pratica dell’esserci e del condividere tale progetto, vuole significare anche che cosa posso  fare io per questa community.


Ci riusciremo?Io ci credo ancora e sono disponibile, con rinnovato entusiasmo e qualche competenza in più, a portare avanti questa visione, ma c’è bisogno del contributo di tutti voi. Un abbraccio forte e forza malazè #tipicamenteflegreo.


Rosario Mattera