Le opportunità dei patrimoni UNESCO in Campania

Il ruolo dell comunità locali

Gettare le basi per una crescita omune a partire dai siti UNESCO della Campania: è il tema dell'incontro promosso dall'Associazione per i Siti Reali e le Residenze Borboniche Onlus e Malazè, che si terrà lunedì 24 ottobre ore 17:00, presso la Villa di Livia a Pozzuoli.

Le opportunità dei Patrimoni UNESCO in Campania, il ruolo delle comunità locali si propone di avviare un percorso di partecipazione e confronto tra cittadini, associazioni, enti e organizzazioni, provando a costruire una rete regionale permanente dal basso delle comunità locali e dei portatori d’interesse, favorendo forme di cooperazione e integrazione nei contesti territoriali dei Siti UNESCO della Campania.

Sono, pertanto, invitati a partecipare gli operatori e cittadini della Campania nella sezione “interventi programmati”. I partecipanti possono dare il loro contributo con propri interventi di max 5 minuti prenotandosi via email (ufficiostampa@sitireali.it), a cui seguirà conferma.

Il vasto patrimonio materiale e immateriale UNESCO della Campania, costituito dal Centro Storico di Napoli (1995), la Reggia di Caserta con il Parco, l'acquedotto Vanvitelli e il Complesso di San Leucio (1997), leAree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata (1997), la Costiera Amalfitana (dal 1997), ilParco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula (dal 1998),"I Longobardi in Italia. Luoghi di potere" con il complesso di Santa Sofia a Benevento (dal 2011), i Gigli di Nola  (2013), la Dieta Mediterranea (2013) rappresentano una testimonianza storico culturale e un’opportunità di crescita economico-occupazionale.

Obiettivo di questo incontro è contribuire a diffondere i valori universali di cui i siti UNESCO sono portatori, con particolare attenzione alle giovani generazioni e sviluppare forme attive di valorizzazione e fruizione anche mediante il dialogo costante con le istituzioni locali, nazionale e internazionali.

L’iniziativa è anche occasione per fare il punto sulle due nuove proposte di candidature nella lista del Patrimonio dell’Umanità dei Campi Flegrei e dell’estensione del riconoscimento dalla Reggia di Caserta a tutte le Residenze Borboniche della Campania.

Dopo i saluti istituzionali di Vincenzo FIGLIOLIA, sindaco di Pozzuoli, introduce Alessandro MANNA, presidente Associazione per i Siti Reali e le Residenze Borboniche ONLUS, e intervengono Rosario MATTERA di Malazè, Luca COPPOLA e Irene TEDESCO, Coordinatori Comitato Giovani UNESCO CNI – Regione Campania,Maurizio DI STEFANO, presidente ICOMOS Italia. Dopo gli interventi programmati, le conclusioni sono affidate al Consigliere del Presidente della Regione Campania per i Rapporti internazionali e Unesco, Francesco CARUSO. Modera Ettore DE LORENZO, giornalista Tgr Campania. Segue aperitivo offerto dalConsorzio di Tutela Vini dei Campi Flegrei, Officine Nautilus.

L’incontro è realizzato in collaborazione con ilComitato Giovani UNESCO della Commissione Nazionale Italiana, ICOMOS Italia e con il supporto diVILLA di Livia.


Quando: Lunedì 24 ottobre 2016, ore 17:00

Dove: Villa di Livia, Via Campi Flegrei, 19 – Pozzuoli (Napoli)

Contatti: ufficiostampa@sitireali.it | 389 1034905