Malazè da record: oltre 4.000 presenze. Ecco il bilancio della XIII edizione. Mattera: “nascono i laboratori di comunità, vorremmo fare come Ravello”

Malazè da record: oltre 4.000 presenze. Ecco il bilancio della XIII edizione

Mattera: “nascono i laboratori di comunità, vorremmo fare come Ravello”

 Una stima di oltre 4mila persone. È questo il primo dato che emerge da un primo bilancio di Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè e dal suo staff, dopo la XIII edizione del festival dell’archeoenogastronomia nei Campi Flegrei che si è svolta dal 15 al 25 settembre. A tredici anni di distanza Malazè è diventato uno degli appuntamenti più importanti del settore archeoenogastronomico della Campania e la maggiore vetrina turistica dei Campi Flegrei. Ma non è solo una questione di numeri.

L’idea degli Hub. “Emerge anche una maggiore riconoscibilità esterna – spiega Mattera – ormai Malazè è un marchio conosciuto, un brand che le persone conoscono bene, sia nel nostro territorio che nel resto della Campania, ma anche all’estero. Quest’anno ha funzionato la concentrazione degli eventi nei tre hub, Castello di Baia, Rione Terra a Pozzuoli e cratere degli Astroni. In modo particolare ci fa piacere essere stati nell’oasi naturalistica dove abbiamo collaborato con i responsabili del Wwf e abbiamo dato un piccolo contributo per far conoscere, ancora di più, questo patrimonio nazionale che lo scorso anno ha subito numerosi incendi che, fortunatamente, non hanno intaccato per nulla il suo fascino. L’idea dell’Hub ci consente di far comprendere meglio l’importanza di alcuni siti, la capacità che hanno di accogliere e valorizzare iniziative di carattere artistico, teatrale e della valorizzazione dei nostri prodotti. Il castello di Baia, ha dimostrato di essere un luogo accogliente dove è possibile attrarre le persone, non solo per le visite, ma anche per vivere a 360 gradi quelle che sono le peculiarità del nostro territorio: artigianali, agricole, artistiche e produttive che in vari eventi possono coinvolgere le associazioni e le aziende locali”.

L’identikit dei partecipanti. “Il 90 per cento dei partecipanti a Malazè – continua il presidente – non è composto da locali, ma di persone provenienti dal resto della Campania o dall’estero. Questo ci fa comprendere ancora di più l’importanza del nostro impegno. Il target dell’età è dai 35 ai 55 anni. Anche se, negli eventi dedicati ai bambini, l’età si abbassa notevolmente”.

Il sociale. “Malazè dona di più di quanto si spende per la sua organizzazione – dichiara Mattera – anche quest’anno abbiamo concluso la nostra manifestazione con una serata di beneficenza in favore dell’associazione dei ragazzi down dell’Associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”. Per noi questo è un momento importante poiché diverse aziende sono a disposizione gratuitamente con le loro professionalità e i loro prodotti. Tutto il ricavato è interamente devoluto in beneficenza. Anche la struttura che ha ospitato l’evento, la Residenza Storica di Villa Avellino, lo ha fatto con questo spirito. Malazè è questo: un grande contenitore d’amore”.

Il futuro. “La nostra è una straordinaria esperienza, un viaggio nel nostro territorio complesso e tra la nostra gente. Noi stiamo portando il nostro contributo di idee e proviamo ad intercettare un target medio alto che possa ritornare e rilanciare l’economia. Abbiamo creato:”MalazèLab, vero e proprio Laboratorio di Comunità, un punto di arrivo e di partenza. Abbiamo coinvolto docenti universitari ed esperti nazionale di cultura e terzo settore. La nostra ambizione è quella di creare, una volta all’anno, un Laboratorio internazionale sull’esempio di Ravello Lab”.

 

 

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, FederAlberghi Campi Flegrei, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 27 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

Foto di Massimo Di Dato

Malazè, martedì è la serata dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri. Evento di beneficenza per la chiusura dell’edizione 2018

Semplicemente Malazè

martedì è la serata dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri

Evento di beneficenza per la chiusura dell’edizione 2018

 

 

Martedì 25 settembre ultimo evento della XIII edizione di Malazè alla Residenza Storica di Viulla Avellino. Alle ore 19,30 c’è “Semplicemente Malazè”, organizzato insieme alle famiglie dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri.

I ragazzi della Bottega affiancheranno gli chef e i ristoratori che hanno voluto partecipare gratuitamente all’evento.  Dopom il cocktail di benvenuto con ApecarStreet-Bar della Bottega saranno protagonisti, insieme ai ragazzi: Food di Il Poggio, Concettina ai Tre Santi, i Fratelli Caponi, Unio cucinabar, Caseificio il Casolare, Itticheria, ristorante la Bifora, pasticceria di Casa Infante e Di Costanzo, vini del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri, Ais Napoli, caffè di Faber Italia macchine da caffè.

La serata vedrà esibirsi vari artisti tra cui Antonio Nicastro e Alessia Palumbo di Art Garage, Luca Rossi con racconti, ballate, serenate a ritmo di tamburi.

Erogazione liberale di euro 25.

Info: labottegadeisemplicipensieri@gmail.com – 3346538553- 366 7045465

 

 

Malazè si è svolto dal 15 al 25 settembre. È un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 24 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

Malazè: sabato è protagonista il Rione Terra. Domenica eventi in tutto il territorio flegreo. Lunedì è la volta del gusto

Malazè: sabato è protagonista il Rione Terra

Domenica eventi in tutto il territorio flegreo. Lunedì è la volta del gusto

Continua la XIII edizione del Festival dei archeoenogastronomico dei Campi Flegrei

Secondo fine settimana per Malazè, l’evento archeoenogastronomico flegreo. Sabato 22 settembre è tutto dedicato al Ripone Terra di Pozzuoli. Dalla mattina alla sera si concentreranno tutti gli eventi sulla rocca tufacea dell’antico insediamento puteolano. Il Rione rappresenta uno dei tre Hub che hanno caratterizzato l’edizione 2018 dell’evento flegreo. Domenica 23 è, invece, la volta de “I nostri Campi Flegrei”, con appuntamenti a Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida. Lunedì 23 è la volta di due iniziative di gusto a Pozzuoli e a Bacoli.

Sabato 22 all’Hub Rione Terra

(Ore 9, 13.30, 14.30 e 16.30) visita guidata al Percorso Archeologico del Rione Terra a cura di Turismo & Servizi. Una passeggiata sotterranea per le strade dell’antica Puteoli, il più importante porto commerciale dell’Impero di Roma. Ticket euro 5 (ridotto euro 2,5). Info: 081.19936286 – 081.19936287

(Ore 9.30 e 13.30) Puteoli Walking Tour a cura di Turismo & Servizi. Visita guidata tra le stradine del centro storico di Pozzuoli, alla scoperta dei resti dell’antica colonia Romana. Si visiteranno l’Anfiteatro Flavio, il Museo Diocesano, il Duomo di Pozzuoli, il Percorso Archeologico Sotterraneo del Rione Terra ed il Macellum. Ticket euro 22 comprensivo di guida autorizzata e biglietti di ingresso ai siti. Info: 081.19255646 – 081.19936287

(Dalle 10 alle 17) il Futuro è memoria con l’associazione Lux in Fabula. Proiezione di rari filmati video sullo sgombero del Rione Terra nel Marzo 1970 e sul tema del fenomeno del bradisismo flegreo. Info: 328.6670977

(Dalle ore 10 alle 19) visite guidate al museo diocesano e alla cattedrale san Procolo Martire. L’ufficio per i Beni Culturali, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio di sabato 22 e domenica 23 settembre, propone visite guidate al museo diocesano e alla cattedrale san Procolo Martire. Ticket euro 5. Info: 081.5263230

(Ore 10, ore 17.30 e ore 19) la Cattedrale ieri e oggi a cura dell’associazione Nemea. Info: 388.1019712 –info@associazionenemea.it

(Ore 10 e ore 17), Terrestri – Istallazione su un’ipotesi di festival a cura di Gesualdi – Trono  di AltoFest. Tour guidato nei vicoli del Rione Terra, con performances artistiche. Info: 320.0304861 – info@altofest.net

(Ore 11, 12, 18,30 e 19,30) “Sospesi… tra passato e presente”, visita teatralizzata al Percorso Archeologico del Rione Terra a cura dell’associazione Flegreando. Ticket euro 8 più ingresso al sito euro 5. Info: 349.6537921 –info@flegreando.org

(Dalle 11.30 alle 13) Labirinto della felicità a cura di Campania per Bimbi e Tante storie di Viviana Hutter. Attività, domande, creazioni, e giochi con il saliscendi della felicità, un gioco da fare insieme grandi e piccini per giocare con le emozioni. Ticket euro 6 per bambino, adulti gratis. Info: 347.5650976 – 393.9824709 – info@campaniaperbimbi.it

(Ore 12) Archeo–Kayak a cura di Culturavventura, Ais Napoli e associazione Artemide. Visita via mare con guida, performance e degustazione da Lucrino a Rione terra Pozzuoli e performance teatrale e infine degustazione vini. Ticket euro 19. Info: 339.4195725 –info@lorymarchese.it

(Ore 16.30 e ore 18) Laboratorio sulla lentezza a cura Campania per Bimbi e Tante storie di Viviana Hutter. Giochi e attività per riscoprire il grande valore della lentezza per grandi e piccini. Ticket euro 6per bambino, adulti gratis. Info: 347.5650976 – 3939824709

(Ore 17) “Un tuffo nella storia… e poi aperitivo con i Romani” con il Centro Sub Campi Flegrei. Snorkeling nella città sommersa di Baia e aperitivo. Il diving center fornirà tutta l’attrezzatura necessaria per l’escursione. Ticket euro 20 a persona (solo snorkeling). Info: 081.8531563 – 329.2155239

(Ore 17) presentazione dei primi due romanzi della “Quadrilogia del Tufo”: Giallo Tufo e PiGreco di Francesco Escalona per Valtrend Editore. Ingresso Libero. Info: 334.5302504 – valtrend@valtrend.it

(Ore 18) Miti e segreti della terra ardente con Scrittori in Tour e l’associazione Luna di Seta. Gli scrittori Agnese Palumbo, Martin Rua e Marco Perillo con la guida turistica Felicia Paragliola alla scoperta delle storie del Rione Terra. A conclusione, degustazioni enogastronomiche nell’enoformaggeria Polyphemos. Ticket: euro 12. Info: 328.1317095 – 3298489445

(Ore 19.30) “Mal’Aria” al Rione con l’Associazione Artemide. I fasti, le tragedie e le speranze di un luogo magico attraverso il libro di Rosario Zanni e le storie del cantore Salvatore Gatto. Ticket euro 5. Info: 347.1594511 –artemide.ass@virgilio.it

(Ore 20) concerto “Sebeto e Danubio: musica a delta” con il Complesso barocco di Caserta “L’Arcadia Ritrovata” a Villa Avellino Residenza Storica. Ticket euro 5.

Le iniziative di domenica 23 settembre “I nostri Campi Flegrei”

(Ore 9) alla Mostra d’Oltremare Archeo bike tour al Castello di Baia con Napoli Pedala e Percorsi Cumani. La pedalata cicloturistica durerà 5 ore circa comprensive delle soste. È possibile noleggiare le bici. L’arrivo è previsto al Castello di Baia, sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei che per l’occasione sarà visitabile al costo di 1 euro.  Info: 338.2127542 – 335.1525480 –  info@napolibikefestival.it Partecipazione gratuita e pranzo con contributo libero.

(Ore 9:30) a Monterusciello Dolci Qualità presenta: “Lo spettacolo delle api”. Visite alle arnie per bambini, dimostrazione di smielatura e assaggio di diversi tipi di miele, propoli e polline. I bambini saranno dotati di un giubbino e di una maschera. Partecipazione gratuita. Info: 081.5265258

(Dalle ore 10 alle 20) al Parco monumentale di Baia “Il Parco in Festa” con Legambiente Volontariato Campi Flegrei. In occasione delle giornate europee del patrimonio i visitatori saranno accompagnati alla scoperta dei resti archeologici e naturalistici del parco. Ci saranno varie attività di intrattenimento per i più piccoli (yoga, giochi) e vari laboratori (escursione; orticoltura sostenibile; preparazione di liquori artigianali; conchiglie dei Campi Flegrei). Saranno presenti stand di artigianato, prodotti tipici e musica popolare.
Ticket euro 3 singolo laboratorio euro 10 tutti i laboratori. Info: 346.5295926 – 366.3363154 – legambiente.bacoli@gmail.com

 (ore 10), Lucrino al parcheggio della Piscina Comunale BimbiimBici nei Campi Flegrei
con Percorsi Cumani. Ciclopasseggiata intorno al lago d’Averno, merenda pressoi vigneti storici di “Le Cantine dell’Averno”, incontro con i pipistrelli alla Grotta di Cocceio e sosta al Giardino dell’Orco per una merenda con i prodotti naturali. Ticket euro 3. Info: 333.7424869 – 349.5568210

(Ore 10) a Bacoli, Sacello degli Augustali, “Alla scoperta dell’antica Misenum”. L’associazione Misenum vi invita ad una passeggiata guidata alla scoperta dei siti dell’antica cittadina romana di Misenum. Info:347.7776690 – 328.6892886 – misenum@libero.it

(Ore 10) al porticciolo di Casevecchie a Bacoli, la cooperativa Bivalva propone “A cozz, i cuzzucar ed il Porto Romano di Miseno”, escursione, mitilicoltura e cultura in collaborazione con l’associazione Lagovivo. Ticket euro 12. Info: 392.4153474

(Ore 10,30), a Quarto l’Azienda avicola Il Cortile offre degustazione in campagna in collaborazione con Cantine Carputo, All Fruits Gragnaniello, Regina Pacis, Tenuta IV Miglio. Una domenica dedicata alla scoperta dei prodotti e dei produttori delle eccellenze enogastronomiche locali di Quarto e dei Campi Flegrei. Saranno degustati prodotti tipici locali, quali: uova, vini, pane, dolci, miele e frutta di stagione, direttamente presentati dai produttori illustrandone tipicità e proprietà nutrizionali. Partecipazione gratuita. Info: 339.1243171 – 339.1476342 – colombadoro@gmail.com

(Ore 10,30) Bacoli, “Un Relax Di…Vino” a cura dei Bagni di Bacco e associazione Lagovivo. Visita in barca, degustazioni e bagno in piscina. Ticket euro 25. Info: 335.5372526 – info@aibagnidibacco.it

(Ore 15,45) a Bacoli, visita al lago Miseno in barca e (alle 17,30) visita alla Piscina Mirabile a cura dell’associazione Lagovivo. Ticket euro 10. Info 392.4153474 – lagovivo.bacoli@gmail.com

 (Ore 17) a Pozzuoli nella Tenuta Matilde Zasso ci sarà “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico Giuseppe Borrone, Maria Di Razza, Campi Flegrei a Tavola. La rassegna presenterà opere di finzione e documentari che esaltino il legame tra il linguaggio delle immagini e il mondo del cibo e dell’enologia. Ingresso Gratuito. Info: concorsolagrandeabbuffata@gmail.com

(Ore 17) “Monte di Procida: l’Isola sulla terra ferma” a cura dell’Associazione Rione San Giuseppe. Il tour guidato per illustrare le origini della comunità montese e le influenze culturali tra il Monte e l’isola. I luoghi visitati, prenderanno vita dalla presenza di donne, “le montesine”, rigorosamente in abito tradizionale, che racconteranno la moda, le tradizioni artigiane e gastronomiche della comunità delle origini. Un cantastorie colorerà la passeggiata con aneddoti della vita quotidiana. Assaggio di prodotti tipici. Ticket euro 5. Info:  333.6280136 – maria.chiocca@libero.it

(Ore 17), Pozzuoli Necropoli di San Vito “Note, Scorci e Sorsi”. Andar per pietre antiche, sentir canti d’amore, bere un vin che è un mito… per soddisfare occhi, palato, udito a cura dell’associazione “Abbazia Studios” e dell’associazione “L’Angolo diVino”. Ticket euro 15. Info: 380.2817626 – abbaziastudios@libero.it

 

Le iniziative di lunedì 24 settembre

(Ore 19) a Pozzuoli, all’Osteria Abraxas “Novelle Artigiane… Fatte con le Nostre Mani!”
con Vincenzo Moretti sociologo, Nando Salemme ristoratore, Manuel Lombardi contadino 2.0, Raffaele Moccia viticoltore eroico, Giacomo Buonanno dell’Antica Macelleria Buonanno. Un viaggio guidati dal sociologo e scrittore Vincenzo Moretti, autore di numerosi saggi e del libro “Novelle Artigiane”. Ingresso libero. Per l’aperitivo e la cena ticket di euro 40.  Info: 081.8549347 – 3276998839 – info@abraxasosteria.it

(Ore 21) al Fusaro, Bacoli, Inversione di marcia al Ristorante Kuma 65. Cena degustazione con inversione del personale e cucina: i cuochi serviranno e i camerieri cucineranno. Ticket euro 30. Info: 081.8543204 – 328.0753044  – info@kuma65.it

Malazè si svolge fino al 25 settembre. Per conoscere il programma completo e dettagliato: www.malaze.it Si consiglia di prenotare ogni singolo evento e di leggere il programma online.

Malazè è un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 21 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

foto: Rione Terra di Marina Sgamato

 

Malazè: tutti gli eventi in settimana. Continua la XIII edizione del Festival dei archeoenogastronomico dei Campi Flegrei

Malazè: tutti gli eventi in settimana

Continua la XIII edizione del Festival dei archeoenogastronomico dei Campi Flegrei

Continuano anche durante la settimana le iniziative della XIII edizione di Malazè, l’evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei. Di seguito il programma.

Mercoledì 19

(ore 18,00): “Altofest tra socialità sperimentale e rigenerazione”. Conversazione con Anna Gesualdi e Giovanni Trono, curatori del festival. Residenza Storica Villa Avellino Via Carlo Rosini 21. Ingresso gratuito.

 

Giovedì 20

(Ore 18) a Cappella, Monte di Procida, All’Agriturismo Don Salvatore c’è “Ave”, devozione, religione e ritualità territoriali in collaborazione con Ristorante Fefè, “Lo Zio Pazzo” e Cantine Matilde Zasso. Si inizia con la preparazione tradizionale delle conserve di pomodoro cannellino flegreo in passata e a “pacchetelle” con aperitivo e “assaggio devozionale”. A seguire cena. Ticket euro 35. Info: 329.9657837. (Ore 20) a Pozzuoli con Alma Eventi c’è “Metti una sera di fine estate in un mare di emozioni” con Angelo Carannante (Ristorante Caracol) Ciro Russo (Alma Eventi). È di scena “Tripudio al mare flegreo”. Il mare è una fonte di ricchezza inestimabile per i campi flegrei, con estrema cura e l’utilizzo di moderne tecniche di cucina porteremo la nostra terra in un piatto, abbinando birra e vino prodotti da mani sapienti e laboriose. Ticket: euro 50. Info: 081.19853695

Venerdì 21

(ore 18) a Pozzuoli, Maison Toledo,  “Il Tempo della Falanghina, tredici anni nel bicchiere” con Associazione Italiana Sommelier Napoli e Consorzio di Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri. Degustazione dell’annata 2005 della falanghina Campi Flegrei. Degustazione a cura di Tommaso Luongo, Franco De Luca e Ciro Verde. Partecipazione gratuita. Info: 335.6790897 .

(Ore 19) alla Residenza Storica Villa Avellino Via Carlo Rosini 21, Pozzuoli Note all’imbrunire a cura della Fondazione Pietà dè Turchini “In-Cantiamoci”, Coro di Voci bianche di San Rocco e Le Voci del 48. Il coro nasce nel 2017 dall’unione di due gruppi vocali preesistenti. Il primo è il “Coro di Voci Bianche di San Rocco”, creato nel 2015 nell’ambito del progetto “Liberi di Cantare”, promosso dalla Fondazione Pietà de’ Turchini per la valorizzazione della Chiesa di San Rocco a Chiaia. L’altra metà è costituita dal coro dei giovanissimi studenti del 48° Circolo Didattico Statale “Madre Claudia Russo” di Napoli, fortemente voluto dalla preside Rosa Seccia e punta di diamante dell’istituto, che opera in un territorio di frontiera come la periferia orientale del capoluogo campano. Ticket euro 5. 

(Ore 20) a Pozzuoli, all’Azienda Agrituristica Montespina c’è “Suoni Di…Vini Concerto in Vigna di gong e strumenti ancestrali con Antonella Notturno. Contatto con la natura i sapori enogastronomici nella terra flegrea, precisamente nel cuore dei Campi Flegrei, adiacente il Vulcano Solfatara, l’azienda offre un bagno di suono sotto le stelle, con gong planetari, sinfonici, nepalesi, campane tibetane ed altri strumenti ancestrali. Ticket euro 20. Info: 0815206719

 

Malazè si svolgerà tra il 15 e il 25 settembre. Per conoscere il programma completo e dettagliato: www.malaze.it Si consiglia di prenotare ogni singolo evento e di leggere il programma online.

Malazè è un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 18 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

 

Malazè: parte la XIII edizione. Sabato 15 eventi al Castello di Baia, domenica 16 alla Riserva degli Astroni. Incontri, gastronomia, escursioni, visite guidate, teatro, attività per bambini

Malazè: parte la XIII edizione

Sabato 15 eventi al Castello di Baia, domenica 16 alla Riserva degli Astroni

incontri, gastronomia, escursioni, visite guidate, teatro, attività per bambini

Il direttore del Parco Archeologico Paolo Giulierini:

“Malazè è la sintesi di energie positive, capaci di creare interesse intorno ad un circuito culturale

 e territoriale unico nel suo genere”.

La XIII edizione di Malazè parte venerdì 14 settembre (ore 17,30) con l’incontro “Nuovi orientamenti dello sviluppo a base culturale”, conversazione con Claudio Bocci, direttore di Federculture. Alle ore 18,30 presentazione del volume “management per l’impresa culturale” di Ludovico Solima. Ne discutono con l’autore: Fabio Borghese, Claudio Bocci e Giacomo Bandiera.

Sabato 15, invece, lo scenario è quello del Castello di Baia, sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei.  

“È un onore ed un piacere collaborare con un attore culturale così importante e noto, non soltanto nel territorio flegreo, ma al di fuori dei confini regionali – dice Paolo Giulierini, direttore del parco Archeologico dei Campi Flegrei –  Il Castello di Baia, primo hub per Malazè 2018, enfatizza la bellezza della storia e della cultura e promuove la ricchezza di un intero territorio, dall’enogastronomia ai beni culturali e paesaggistici. Malazè è la sintesi di energie positive, capaci di creare interesse intorno ad un circuito culturale e territoriale unico nel suo genere. Il Parco archeologico, dal mio insediamento, sta cercando di perseguire in una direzione unica il rilancio territoriale, con il coinvolgimento di tutti i partner e dei format culturali e turistici esistenti per creare una rete duratura nel tempo capace di dare un’offerta con voce unica ai Campi Flegrei. Sia l’inizio di un percorso sereno e fruttuoso!”

Il programma del fine settimana

Sabato 15 settembre, Hub Castello di Baia

Dalle 9,30 alle 13,30 Focus Degustativo nell’Aula Convegni: il Millesimo 2017 dei vini bianchi delle aziende del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri Ticket di partecipazione euro 20. Info: 3665342061 – 3518986218

Ore 9,30. Partenza dal Porto di Baia per visite guidate a bordo del Dragon Boat, mega canoa di venti posti, per la visita antistante le acque del Castello a cura dell’Associazione Misenum, Sinergie Campane e Canoa Club Napoli. Ticket euro 16. Info: 333.3577746 – 328.6892886.

Dalle 10 alle 13 nel piazzale d’ingresso. Paniere Flegreo a cura della Comunità Slow Food Campi Flegrei con stand di degustazione. Parteciperanno produttori locali e gli studenti delle scuole Liceo Scientifico Majorana di Pozzuoli e Isis Carlo Levi di Marano di Napoli. Info: slowfood_campiflegrei@alice.it; “Bacoli tra ricami e merletti” a cura della Pro loco di Bacoli. Info: 333.8366875.

Ore 10,30. “Tante storie per giocare: giochiamo con le storie dei Campi Flegrei  a cura di Campania per i bimbi e “Tante storie” della scrittrice Viviana Hutter. Ticket euro 6. Adulti gratis. Info: 347.5650976.

Ore 11. “Il Castello di Baia: un museo nel museo” a cura di Sinergie Campane e Associazione Misenum. Ticket euro 5. Info: 333.3577746 – 328.6892886

Ore 11:30. “Baia Castello via mare e Città Sommersa” visita in canoa e snorkeling. Ticket euro 19. 339.4195725

Ore 16. “Archeologia sperimentale: laboratorio per bambini  a cura dellArcai, Arcieria Storica di Napoli. Ticket euro 2. 338.9314808.

Ore 16. “Un tuffo nella storia e aperitivo con i Romani” a cura del Centro Sub Campi Flegrei. Ticket euro 20. Info: 081.8531563

Ore 17,30. “Don Ciccillo e il Castello salvato” a cura dell’Associazioni Sinergie Campane, Misenum e Artemide. Ticket euro 8. Info: 347.1594511

Dalle 19 alle 20. “Castello DiVino – Calici al chiaro di luna a Baia”. Al tramonto, concerto Jazz con Beatrice Valente, e a degustazione di finger food e vini vulcanici: Campi Flegrei, Vesuvio, Vulture, Colli Euganei, Tuscia. Ingresso al Castello euro 1. Degustazione euro 10. Info: 366.5342061 – 351.8986218.   

Per prenotazioni e per leggere i dettagli del programma www.malaze.it

Domenica 16 settembre, Hub Riserva Naturale Oasi Wwf Cratere degli Astroni

Dalle 5,45 alle 8 si potrà vivere l’Alba negli Astroni. Attraverso il sentiero del periplo si raggiungerà Torre Lupara sul ciglio del vulcano. Da lì sarà possibile osservare l’alba sul Golfo di Napoli. Ticket: 5 euro. Info: 081.5883720

Dalle 6,30 alle 8, dalle 12 alle 13 e dalle 18 alle 19, Yoga nel Cratere a cura dell’associazione Visit Campi Flegrei.  Un momento di fusione tra la natura e la meditazione. Ticket: euro 5 (escluso ingresso agli Astroni). Info: 3208015037 – 3803675781 

Ore 10. Visita in Vigna con degustazione in cantina all’Azienda Agricola Agnanum. Incontro con Raffaele Moccia, dedito alla viticoltura eroica nei Campi Flegrei in uno dei luoghi più impervi e difficili per fare vino. Il vigneto, presidio di biodiversità, salvato alla speculazione edilizia, si trova alle pendici dell’Oasi Wwf del Cratere degli Astroni. Ticket euro 5. Info: 3385315272 

Ore 10 e 17 Ingresso Speciale Malazè per assaporare la sua natura. L’ingresso include la visita alla Mostra Dinosauri in Carne e a Ossa e alcuni laboratori: BirdLab (laboratorio ornitologico), NatLab (laboratorio naturalistico per giovani esploratori, VulcaLab (laboratorio geo-vulcanologico durante il quale un geologo svelerà l’origine del Vulcano Astroni), Dinolab (laboratorio Paleontologico per giovani paleontologi che potranno cimentarsi nelle attività di scavo paleontologico presso le casse scavo, nella produzione di calchi, denti e disegni di dinosauri, e nella ricerca delle impronte dei dinosauri), Bee-lab (apicoltori ed entomologici illustreranno la fondamentale opera degli insetti impollinatori). Ticket € 5. Info: 081.5883720. 

Ore 10.30, 11.30 e 12.30 visita guidata Oasi degli Astroni a cura di Riserva Naturale Cratere degli Astroni e associazione Artemide. Ticket 4 (escluso l’ingresso all’Oasi). Info: 081.5883720 

Ore 11 e 12,30 Alla scoperta delle erbe con Campania per Bimbi, Il Giardino dell’Orco e Associazione AgriGiochiamo. Ticket: euro 6 a bambino, adulti gratis (escluso ingresso all’Oasi). Info: 347.5650976 

Ore 11, Così fai a casa tua? Spettacolo teatrale Associazione Culturale Nakote. Pulcinella e il tema dei rifiuti. Spettacolo teatrale adatto a tutte le età. Ticket: euro 5 (escluso ingresso all’Oasi). Info: 081.5883720

Ore 12 L’uomo e gli altri animali, laboratorio zoo antropologico a cura dell’Associazione Vivara. Per conoscere i rapporti tra gli esseri umani e gli altri animali in un contesto naturale in compagnia dell’esperto Gino Civita. Ticket: 4 (euro 5 ingresso all’Oasi Astroni). Info: 3477845281 

Ore 16  Misura la tua impronta con Campania per Bimbi, Il Giardino dell’Orco e Associazione AgriGiochiamo. Laboratorio pratico e un mix di giochi per misurare l’impatto ambientale dei nostri gesti quotidiani. Ticket euro 6 a bambino, adulti gratis (escluso ingresso all’Oasi). Info: 3475650976 

Ore 19.30 e 22 Sauronotte. Notte magica tra i dinosauri nella suggestiva atmosfera notturna degli Astroni. Accompagnati da una guida, alla sola luce delle torce, tra le tenebre del bosco per udire i versi dei dinosauri e i suoni della natura. Ticket: euro 10 a persona (comprensivo di biglietto d’ingresso e visita guidata). Coloro che hanno già acquistato il biglietto di ingresso nella stessa giornata pagano solo € 5) gratuito fino a 4 anni non compiuti. Info: 081.5883720 

Ore 20 visita guidata Bat-Night-Conosciamo i nostri amici pipistrelli. Uno speciale laboratorio sui pipistrelli con ascolto attraverso il bat-detector con Danilo Russo docente dell’Università Federico II. Ticket euro 10 (comprensivo ingresso alla Riserva, coloro che hanno acquistato il biglietto di ingresso nella stessa giornata pagheranno solo il costo della visita). Info: 081.5883720. 

Ore 22.10, Un salto nel cielo con l’Associazione Vivara. L’osservazione degli astri al telescopio e il riconoscimento dei principali oggetti celesti visibili anche ad occhio nudo con l’astrofilo Gino Civita.Ticket euro 5. Info: 347.7845281

 Iniziative di lunedì 17

Ore 18 nella Corte d’ingresso Villa Avellino residenza storica. Incontro “Comunità di luogo: esperienze e percorsi di rigenerazione sostenibile”. Conversazione con Antonio Pascale, Founder di Terrafelix Il prof Fabio Corbisiero, sociologo ambientale di Unina Fabrizio Canonico, direttore Riserva naturale Astroni Lab.

Ore 20 al Chiostro del Santuario di San Gennaro “La pizza del miracolo di San Gennaro” con 10 Pizzeria. L’evento mette in relazione il miracolo dello scioglimento del suo sangue con la storica pizza napoletana più conosciuta al mondo: la margherita. Nel corso della serata si degusterà la pizza margherita realizzata da Diego Vitagliano utilizzando una speciale tecnica che consentirà di far “sciogliere” il pomodoro secco e renderlo liquido durante la cottura. Ticket euro 10 (interamente in beneficenza per la mensa dei Poveri del Santuario di San Gennaro di Pozzuoli). Info:  081.18581919 


Ore 20 a Bacoli alla Locanda del Testardo, 
Cena al buio alla riscoperta dei 4 sensi.
Mangiamo… e… cuioneciniamo oltre la vista.
 Gli ospiti potranno vivere l’esperienza del buio totale nella sala “Cisterna” dove il servizio verrà effettuato da camerieri non vedenti. Coloro che vorranno vivere un’esperienza meno estrema ma non meno intensa, si accomoderanno nella “Corte” all’aperto e ceneranno ugualmente al buio, indossando delle mascherine che copriranno gli occhi. L’evento si aprirà con lo Show Cooking di Antonio Ciotola – lo chef non vedente di origine flegrea “con gli occhi nelle mani” proprietario del Ristorante La Taverna degli Archi -Belvedere Ostrense, Ancona), affiancato dallo chef resident Alessandro Moraca. L’Evento è organizzato in collaborazione con L’Unione Italiana Ciechi di Napoli a cui verrà destinato parte del ricavato. Ticket euro 50. Info: 081.8687701

Malazè si svolgerà tra il 15 e il 25 settembre. Per conoscere il programma completo e dettagliato: www.malaze.it Si consiglia di prenotare ogni singolo evento e di leggere il programma online.

Malazè è un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 13 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

Foto: Marina Sgamato