Inizia Malazè: il meglio dei Campi Flegrei. Il programma del primo fine settimana

comunicato stampa 03.2019
 
Inizia Malazè: il meglio dei Campi Flegrei.
Il programma del primo fine settimana
 
Venerdì 13 convegno su design e territori alle Stufe di Nerone.
Sabato 14 hub al Rione Terra con eventi nel percorso archeologico e salone dei vitigni a piede franco.
Domenica 15 hub Lago d’Averno con escursioni, visite guidate e teatralizzate.
Venerdì 13 inizia la XIV edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico del territorio flegreo. Nel primo fine settimana prevista l’apertura con un convegno (venerdì 13) alle Terme Stufe di Nerone sul design. Sabato 14 l’Hub sarà il Rione Terra di Pozzuoli con il suo percorso archeologico e con diverse iniziative tra cui il salone dei vitigni a piede franco. Domenica è la volta dell’Hub lago d’Averno-Lucrino-Monte Nuovo con escursioni, visite guidate e immersioni alla città sommersa.
 
Il programma nei dettagli.
 
Venerdì 13 (ore 18) si inizia con MalazèLab alle Terme Stufe di Nerone. Seminario-workshop “Oltre il tangibile: il design per l’identità e la valorizzazione dei territori”. È il prosieguo del percorso del Laboratorio di Comunità in collaborazione con Creactivitas e Adi – Delegazione per la Campania. Intervengono Marina Parente, coordinatrice del network D4T – Design for Territories, Dipartimento di Design, Politecnico di Milano Intervengono: Carla Giusti (Direttore Exit Città della Scienza), Salvatore Cozzolino (Docente di Design dell’Università della Campania), Maria Luisa Firpo (Visual Designer), Andrea Jandoli (Presidente Adi Delegazione per la Campania). Coordina i lavori Fabio Borghese (Direttore di Creactivitas). Alla fine dell’incontro aperitivo con prodotti locali all’Alma Beach Resort. Info: 366.1632003 – info@malaze.it
 
Sabato 14 hub al Rione Terra di Pozzuoli. Alle ore 10 a Palazzo Migliaresi “Prephylloxera”, il primo salone dedicato ai vini da vigneti a piede franco. Evento a cura di Ais Campania – delegazione di Napoli. Alle 10:30 convegno con esponenti del mondo universitario e della comunità scientifica moderato dal giornalista Luciano Pignataro e seminario con degustazione guidata con enologi e sommelier a cura di Tommaso Luongo e Franco De Luca. A seguire (dalle ore 18) degustazione a banchi d’assaggio aperta al pubblico con postazioni all’interno del percorso archeologico sotterraneo con i vini dei Campi Flegrei, del Vesuvio, del Carignano del Sulcis e delle sabbie ferraresi. Ingresso gratuito, esclusivamente previa prenotazione ad esaurimento posti. Info: 3356790897
 
Dalle 10 alle 18 a palazzo Migliaresi saranno presenti le ricamatrici di Bacoli con lo stand della Pro Loco Città di Bacoli e all’associazione Maria Verna. Le ricamatrici esporranno elementi di corredo, la famosa “rota” che un tempo le ragazze preparavano per il proprio matrimonio. Info: 379.1030885 
Visita guidata al Percorso Archeologico del Rione Terra (turni: ore 9; 11; 14:30; 15:30) a cura di Turismo & Servizi. Info: 081.19936286 – 081.19936287
“Un salto nel tempo”, visita teatralizzata al percorso archeologico con Turismo & Servizi, Arkè Teatro, Flegreando (turni: ore 10, 12, 16:30). I visitatori incontreranno personaggi alle prese con misteri e rivivranno i tempi di Dicearchia, la città del buon governo. Info: 3496537921 
 
Alle ore 18 ApeRioneTerra con Polyphemos Enoformaggeria Flegrea. Aperitivo con vino dell’azienda flegrea Selva Lacandona, nata su un terreno confiscato alla camorra, selezione di formaggi campani, ortaggi sott’olio dell’azienda agricola Costagliola di Monte di Procida. Polyphemos è in via Mazzini a pochi passi dal Rione Terra. Info: 081.18273260
“Rione Terra via Mare”, visita teatralizzata in canoa o barca a cura di Culturavventura in collaborazione con ArteMide e aziende viti vinicole flegree. Partenza dal molo antico di Pozzuoli alle ore 18.30. Info: 3394195725
 
Domenica 15 l’hub è il complesso lago d’Averno e Monte Nuovo.
All’Oasi di Monte Nuovo mostra fotografica “Monte Nuovo – Tra paradiso e inferno” di Antonino e Vincenzo Caccioppoli. La mostra si terrà dal 19 al 22 settembre e dal 25 al 29 settembre. Le fotografie vogliono raccontare alcune delle bellezze della flora e fauna e sensibilizzare per la salvaguardia della biodiversità presente al Monte. Info: 3381110244 
 
Il cammino dei Campi Flegrei propone la Camminata dell’Averno. Partenza ore 9 e arrivo alle Cantine dell’Averno. Il gruppo, camminando con lentezza, toccherà i siti più affascinanti del lago. Pranzo lungo i sentieri e negli agriturismi degustando piatti a km 0 della cucina tipica. La tappa si chiuderà al tramonto alle Cantine dell’Averno. Info: 3470771950 – 3356692935 
 
Le ricamatrici di Bacoli saranno presenti al Giardino dell’Orco dalle ore 10 alle ore 18 allo stand della Pro Loco Città di Bacoli e dell’Associazione Maria Verna. Saranno esposti elementi di corredo, la famosa “rota” che un tempo le ragazze preparavano per il proprio matrimonio. Info: 379.1030885 
 
Lago D’Averno (ore 10) partenza per Bimbimbici Campi Flegrei in collaborazione con Percorsi Cumani e Fiab. È prevista una sosta al giardino dell’orco e merenda dell’Orco con pane e miele, pane e marmellata. Possibilità di noleggiare bici. Info: 3337424869 – 339717677. 
 
Oasi di Montenuovo ore 10. “Discesa agli inferi” dal Monte Nuovo al lago d’Averno a cura dell’Associazione culturale Na’Man. Info: 3208792054 
Pranzo Medievale e Giochi d’Arme (dalle 10 alle 18) al Giardino dell’Orco. A cura di Ruggiero e Maria del Lab 2.0 e Arcai Arceria Storica Napoli. Tra le attività: tiro con l’arco, accensione fuoco, laboratori didattici, giochi medioevali, dimostrazione di spada e scudo. Info: 3338475510 – 3389314808 
 
La natura racconta miti, leggende dei Lago d’Averno con Legambiente città Flegrea. Dalle ore 11:00 alle 13:30. Gli educatori ambientali di Legambiente Città Flegrea, gli elfi e la fata Morgana guideranno i visitatori in una particolare lezione di educazione ambientale alla scoperta dei miti, delle leggende e delle specie floreali e faunistiche del misterioso Lago d’Averno. Info: 3406006477-3311636020
 
Oasi Montenuovo (ore 16) “Discesa degli inferi” con Visit Campi Flegrei.  Si raggiungerà la cima per affacciarsi all’interno del cratere, attraversando la pineta e la macchia mediterranea che circonda la zona delle fumarole. Da lì comincia la vera e propria discesa agli inferi, attraverso un bosco di querce, per giungere fino alle sponde del Lago d’Averno. Info: 3208015037  
 
Al lido Lido Montenuovo di Lucrino (ore 17) “Tuffo nella storia ….e poi brindisi con i romani”. Snorkeling nella Città Sommersa di Baia e brindisi a cura del Centro Sub Campi Flegrei. Info: 0818531563 – 3292155239  
 
Appuntamento alle 18.30 al Ristorante Caronte per i Miti e misteri del lago d’Averno  a cura dell’Associazione Luna di Seta e Scrittori in tour. Escursione con gli scrittori Agnese Palumbo, Marco Perillo e Martin Rua, accompagnati dalla guida regionale Felicia Paragliola, per scoprire l’unicità del lago d’Averno, ingresso agli Inferi per gli antichi greci e romani. Info: 329 8489445 – 328 1317095  
 
“Quella masseria sul lago” a cura di Artemide e Masseria Sardo (dalle ore 18). Un viaggio nel Mito e nei ricordi, con incontri insoliti ed incorniciati da scenari unici: percorso naturalistico dalla masseria al Tempio di Apollo con le guide di Campi Flegreen, con una  performance a sostegno della riapertura della “Grotta della Sibilla”. A seguire ci sarà una degustazione a cura della chef, Gabriella Barbati. Info: 3471594511 – 3355323496 
 
Dalla stazione della linea Cumana di Lucrino (ore 18:30) “Dal panorama del vulcano nuovo alla città sommers” a in barca o canoa a cura di Culturavventura e aziende vitivinicole flegree. Info: 3394195725 
Alle ore 18:30 “Shake and Jam” con Flegreando, Coffee Brecht e Cantine dell’Averno. Una serata divertente in uno scenario incantevole… che avrà inizio con una performance a sostegno della riapertura della “Grotta della Sibilla”. Dalle 19:30 avrà inizio lo spettacolo: parole, situazioni e luoghi diventano il seme per le storie improvvisate dagli attori in un susseguirsi di stili divertenti e coinvolgenti e con cena alle Cantine dell’Averno. Info: 3496537921 
 
Il Parco dei Laghi propone un menù degustazione pesce azzurro di 15 euro per i partecipanti all’Hub Lago d’Averno. Strada Provinciale Circumlago di Lucrino, Pozzuoli. Info: 081 804 6322
 
Per maggiori informazioni e aggiornamenti: www.malaze.it
Nb: per ogni singolo evento sono possibili ulteriori informazioni, video e immagini
Nato da un’idea di Rosario Mattera per promuovere le bellezze e le molte proposte turistico-culturali di un’area del napoletano poco nota, Malazè è l’evento ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei.
La manifestazione si svolge tutti gli anni nelle prime settimane di settembre e si sviluppa nei comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Isola di Procida e una parte della città di Napoli, per mettere in mostra il meglio dei prodotti tipici di una zona poco conosciuta ma dal grande patrimonio artistico, archeologico e ambientale.
 
 
Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale dove si sperimentano e si attivano nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico con il food, il sociale, le nuove tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.
info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it
Pozzuoli, 11 settembre 2019

 

Malazè | Ufficio Stampa email:ufficiostampa@malaze.it
telefono:393.5861941 (Ciro Biondi)

A settembre la XIV edizione di Malazè: l’evento dei Campi Flegrei

comunicato stampa 02.2019

 

A settembre la XIV edizione di Malazè: l’evento dei Campi Flegrei

Iniziative concentrati negli hub: Rione Terra, Astroni e lago d’Averno

Il programma di tutte le iniziative e le proposte di “Gusto”

Dal 14 al 24 settembre a Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Procida, Quarto e Napoli

Mancano poche settimane alla XIV edizione di Malazè, l’evento che mette in vetrina le eccellenze del territorio flegreo. Decine gli appuntamenti in calendario nel fitto programma che va dal 14 al 24 settembre prossimi. Tre gli hub che caratterizzeranno questa edizione: Rione Terra a Pozzuoli (sabato 14 settembre), lago d’Averno e Monte Nuovo (domenica 15) e cratere degli Astroni (sabato 21). Oltre alle iniziative concentrate negli hub domenica 22 giornata “Fringe” con iniziative su tutto il territorio. Per tutta la durata di Malazè sono previste iniziative “Gusto” da Pozzuoli a Monte di Procida.

Tra le iniziative: passeggiate, bike tour, visite guidate, visite teatralizzate, immersioni, degustazioni e incontri.

Mercoledì 18 uno degli eventi più significativi della manifestazione con la “Notte Galeotta: evasioni di gusto”: serata all’interno della Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli con chef stellati e maestri pizzaioli che proporranno una cena speciale per le detenute della struttura. Parteciperanno alla serata la Chef Marianna Vitale (stella Michelin con “Sud Ristorante” di Quarto), Angelo Carannante, stella Michelin del ristorante “Caracol” di Bacoli”, Franco Pepe di “Pepe in Grani”, Diego Vitagliano di 10 Diego Vitagliano pizzeria“, “Officina Bufala” di Francesco D’Alena, La cooperativa “Lazzarelle”, “Donne del Vino Campania”, Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Napoli, l’Apericar de La Bottega dei Semplicci Pensieri, Perrella Distribuzione, l’I.s.i.s. “Vittorio Veneto” di Scampia. Iniziativa organizzata in collaborazione con la struttura di dentenzione diretta dalla dottoressa Carlotta Giaquinto.

Il programma completo di Malazè è su www.malaze.it

Nb: per ogni singolo evento sono possibili ulteriori informazioni, video e immagini

Nato da un’idea di Rosario Mattera per promuovere le bellezze e le molte proposte turistico-culturali di un’area del napoletano poco nota, Malazè è l’evento ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei.

La manifestazione si svolge tutti gli anni nelle prime settimane di settembre e si sviluppa nei comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Isola di Procida e una parte della città di Napoli, per mettere in mostra il meglio dei prodotti tipici di una zona poco conosciuta ma dal grande patrimonio artistico, archeologico e ambientale.

Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale dove si sperimentano e si attivano nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico con il food, il sociale, le nuove tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

 

info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

Pozzuoli, 23 agosto 2019

……….

Malazè | Ufficio Stampa

email: ufficiostampa.malaze@gmail.com

ufficiostampa@malaze.it

telefono393.5861941 (Ciro Biondi)

sitowww.malaze.it

Nun Vac e’ Press Tour 2019 – Invito

invito

 

La SV è invitata lunedì 17 giugno p.v.

al Nun Vac e’ Press Tour

 presentazione alla stampa della XIV edizione di Malazè

l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei che si terrà a settembre.

Quest’anno il tema del Press Tour è dedicato al lago d’Averno, uno degli hub della manifestazione.

 

programma

ore 16,30 – al complesso Akademia Cucina & More (via Lucrino Averno n.1 a Pozzuoli).  Accoglienza, presentazione novità Malazè 2019

 

ore 17,30 – Inizio della visita guidata procedendo a piedi verso il lago d’Averno (lato destro). Visita Vigneto Storico Mirabella e Cantine dell’Averno. Degustazione dei vini Falanghina e Piedirosso doc dei Campi Flegrei

 

ore 18,30 – visita alla Masseria Sardo. Degustazione prodotti dell’azienda agricola

 

ore 19,00 – passeggiata di ritorno con sosta all’ingresso della Grotta di Cocceio, Giardino dell’Orco e alla pseudo Grotta della Sibilla.

 

Il Tour terminerà alle ore 20,30 circa. Per chi lo vorrà sarà possibile partecipare come ospite al Community Party di Malazè.

 

 

Vi aspettiamo!

 

Rosario Mattera

e lo staff di Malazè

 

NB:

si raccomanda la puntualità (ore 16,30) e utilizzo di scarpe comode per la passeggiata sul lago d’Averno.

i giornalisti, i blogger, i fotografi e i cameramen che desiderano partecipare all’evento devono inviare la richiesta ESCLUSIVAMENTE all’indirizzo ufficiostampa@malaze.it (e attendere e mail di conferma) oppure chiamare al 393.5861941. TERMINE ULTIMO per l’accredito è il giorno 16 giugno alle ore 12.00. È necessario indicare nome, cognome, indirizzo mail, numero di cellulare e nome testata giornalistica, blog o account Instagram. L’organizzazione si riserva di confermare o non accettare la richiesta di partecipazione.

L’organizzazione si riserva di fornire ulteriori informazioni e modifiche del programma che saranno, comunque, comunicate in tempo utile via mail.

i partecipanti potranno usufruire gratuitamente del parcheggio del complesso Akademia Cucina & More in via Lucino-Averno nr. 1.

info: 393.5861941 – www.malaze.it – comunicazione@malaze.it 

 

 

Malazè da record: oltre 4.000 presenze. Ecco il bilancio della XIII edizione. Mattera: “nascono i laboratori di comunità, vorremmo fare come Ravello”

Malazè da record: oltre 4.000 presenze. Ecco il bilancio della XIII edizione

Mattera: “nascono i laboratori di comunità, vorremmo fare come Ravello”

 Una stima di oltre 4mila persone. È questo il primo dato che emerge da un primo bilancio di Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè e dal suo staff, dopo la XIII edizione del festival dell’archeoenogastronomia nei Campi Flegrei che si è svolta dal 15 al 25 settembre. A tredici anni di distanza Malazè è diventato uno degli appuntamenti più importanti del settore archeoenogastronomico della Campania e la maggiore vetrina turistica dei Campi Flegrei. Ma non è solo una questione di numeri.

L’idea degli Hub. “Emerge anche una maggiore riconoscibilità esterna – spiega Mattera – ormai Malazè è un marchio conosciuto, un brand che le persone conoscono bene, sia nel nostro territorio che nel resto della Campania, ma anche all’estero. Quest’anno ha funzionato la concentrazione degli eventi nei tre hub, Castello di Baia, Rione Terra a Pozzuoli e cratere degli Astroni. In modo particolare ci fa piacere essere stati nell’oasi naturalistica dove abbiamo collaborato con i responsabili del Wwf e abbiamo dato un piccolo contributo per far conoscere, ancora di più, questo patrimonio nazionale che lo scorso anno ha subito numerosi incendi che, fortunatamente, non hanno intaccato per nulla il suo fascino. L’idea dell’Hub ci consente di far comprendere meglio l’importanza di alcuni siti, la capacità che hanno di accogliere e valorizzare iniziative di carattere artistico, teatrale e della valorizzazione dei nostri prodotti. Il castello di Baia, ha dimostrato di essere un luogo accogliente dove è possibile attrarre le persone, non solo per le visite, ma anche per vivere a 360 gradi quelle che sono le peculiarità del nostro territorio: artigianali, agricole, artistiche e produttive che in vari eventi possono coinvolgere le associazioni e le aziende locali”.

L’identikit dei partecipanti. “Il 90 per cento dei partecipanti a Malazè – continua il presidente – non è composto da locali, ma di persone provenienti dal resto della Campania o dall’estero. Questo ci fa comprendere ancora di più l’importanza del nostro impegno. Il target dell’età è dai 35 ai 55 anni. Anche se, negli eventi dedicati ai bambini, l’età si abbassa notevolmente”.

Il sociale. “Malazè dona di più di quanto si spende per la sua organizzazione – dichiara Mattera – anche quest’anno abbiamo concluso la nostra manifestazione con una serata di beneficenza in favore dell’associazione dei ragazzi down dell’Associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”. Per noi questo è un momento importante poiché diverse aziende sono a disposizione gratuitamente con le loro professionalità e i loro prodotti. Tutto il ricavato è interamente devoluto in beneficenza. Anche la struttura che ha ospitato l’evento, la Residenza Storica di Villa Avellino, lo ha fatto con questo spirito. Malazè è questo: un grande contenitore d’amore”.

Il futuro. “La nostra è una straordinaria esperienza, un viaggio nel nostro territorio complesso e tra la nostra gente. Noi stiamo portando il nostro contributo di idee e proviamo ad intercettare un target medio alto che possa ritornare e rilanciare l’economia. Abbiamo creato:”MalazèLab, vero e proprio Laboratorio di Comunità, un punto di arrivo e di partenza. Abbiamo coinvolto docenti universitari ed esperti nazionale di cultura e terzo settore. La nostra ambizione è quella di creare, una volta all’anno, un Laboratorio internazionale sull’esempio di Ravello Lab”.

 

 

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, FederAlberghi Campi Flegrei, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 27 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it

Foto di Massimo Di Dato

Malazè, martedì è la serata dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri. Evento di beneficenza per la chiusura dell’edizione 2018

Semplicemente Malazè

martedì è la serata dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri

Evento di beneficenza per la chiusura dell’edizione 2018

 

 

Martedì 25 settembre ultimo evento della XIII edizione di Malazè alla Residenza Storica di Viulla Avellino. Alle ore 19,30 c’è “Semplicemente Malazè”, organizzato insieme alle famiglie dei ragazzi down della Bottega dei Semplici Pensieri.

I ragazzi della Bottega affiancheranno gli chef e i ristoratori che hanno voluto partecipare gratuitamente all’evento.  Dopom il cocktail di benvenuto con ApecarStreet-Bar della Bottega saranno protagonisti, insieme ai ragazzi: Food di Il Poggio, Concettina ai Tre Santi, i Fratelli Caponi, Unio cucinabar, Caseificio il Casolare, Itticheria, ristorante la Bifora, pasticceria di Casa Infante e Di Costanzo, vini del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri, Ais Napoli, caffè di Faber Italia macchine da caffè.

La serata vedrà esibirsi vari artisti tra cui Antonio Nicastro e Alessia Palumbo di Art Garage, Luca Rossi con racconti, ballate, serenate a ritmo di tamburi.

Erogazione liberale di euro 25.

Info: labottegadeisemplicipensieri@gmail.com – 3346538553- 366 7045465

 

 

Malazè si è svolto dal 15 al 25 settembre. È un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

 

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

Pozzuoli, 24 settembre 2018

Info: 393.5861941 – www.malaze.it – ufficiostampa@malaze.it