Home

 

Mission

La nostra società ha oggi la necessità di ritrovare la dimensione di comunità, intesa come luogo, aperto e inclusivo, di socialità operosa. Uno spazio nel quale tessere e coltivare dialoghi e legami di prossimità per costruire visioni di futuro condivise. Malazè si propone, sin dalla sua nascita, come piattaforma trasformativa di innovazione sociale, intesa come agente di cambiamento, diretta a stimolare e orientare le persone, che vivono nello splendido territorio dei Campi Flegrei verso un attivismo progettuale, a base culturale, capace di creare un ecosistema diffuso, abilitante, partecipato e collaborativo, di idee e progetti sostenibili. Intorno a questa visione si sono aggregate, in questi anni, decine di imprese, associazioni, enti e singoli cittadini che hanno profuso le loro energie, collaborando attivamente al progetto. Così ha preso forma una solida e attiva rete che si è poi tradotta in una vera e propria comunità di scopo, che crea valore e coesione sociale. Per il futuro, con maggiore intensità, l’impegno di Malazè sarà finalizzato, a far sì che questa rete possa espandersi ed essere sempre più intraprendente indirizzando, in via prevalente, la propria azione all’avvio di iniziative e percorsi, con protagonisti i giovani, per esplorare le nuove traiettorie dell’innovazione. Vogliamo prenderci cura, in modo responsabile, del patrimonio tangibile e intangibile del nostro territorio e innescare un processo rigenerativo di trasformazione dell’esistente, che si traduca in spazi di opportunità e modelli interpretativi innovativi per rispondere, in maniera adeguata, alle sfide che la complessità ci impone.

La Comunità di Malazè

 

 
Cover Story Press Photogallery Videogallery

Luoghi

Campi Flegrei (dal greco flègo, che significa “brucio”, “ardo”) sono una vasta area situata nel golfo di Pozzuoli, a ovest della città di Napoli e del suo golfo. L’area è nota sin dall’antichità per la sua vivace attività vulcanica.

Malazè è in tutti i Campi Flegrei: scoprite la nostra Terra.

Leggi tutto “Luoghi”